Cliente Amici del museo di Olevano Romano
Anno 2015

Valeria Gasparrini, stampe, incisioni, arteComunicato Stampa: Al tema della carta quale elemento costruttivo dell’opera d’arte, è dedicata la rassegna di Carta in gioco, che in questa terza edizione intende indagare, attraverso l’opera di 28 artisti, la funzione della carta all’interno di un genere specifico, quello dell’incisione e della stampa d’arte contemporanea. Per le sue specifiche qualità di fabbricazione, di tramatura, di luminosità, la carta ha in effetti accompagnato l’evoluzione storica della grafica incisa, concorrendo a definirne gli effetti finali ed influenzando quelle diverse interpretazioni che ogni fase di stampa, ogni prova, ogni stato in qualche modo realizzano.

Ad approfondire ulteriormente il tema, l’invito agli artisti a presentare un’opera caratterizzata dall’uso esclusivo o dall’integrazione di tecniche che, grazie alla pressione del torchio, permettono di produrre una vera e propria modellazione della carta, definendo forme e spessori che, alla pari del segno, determinano l’assetto compositivo dell’opera. Organizzata su iniziativa dell’Associazione “Amici del Museo di Olevano Romano”, con la collaborazione della sezione di incisione e stampa d’arte del “Labor Intus” di Roma, la mostra è visitabile presso il Museo d’Arte di Olevano dal 5 luglio al 13 settembre.
Francesca Tuscano

Artisti: Bruno Aller, Rita Allescia, Paolo Assenza, Gianluigi Bellucci, Luigi Boille, Marina Bindella, Alessia Consiglio, A.Pio Del Brocco, Carmelo De Rubeis, Mimmo Di Laora, Susanna Doccioli, Marisa Facchinetti, Alessandro Fornaci, Leonardo Galliano, Valeria Gasparrini, Salvatore Giunta, Carlo Lorenzetti, Loredana Manciati, Giovanna Martinelli, Gianluca Murasecchi, Enzo Lionello Natilli, Franco Nuti, Laura Peres, Giovanni Reffo, Pasquale Santoro, Usama Saad, YunJung Seo, Paolo Sorgi.

 

L’inclinazione ad una figurazione di tipo narrativo caratterizza anche l’opera di Valeria Gasparrini, in cui alla sperimentazione tecnica (data dalla simultaneità di diverse tecniche di stampa, calcografica, tipografica e a secco) si unisce la propensione per una figura nitida ed espressiva, derivante dalla ricca formazione dell’artista nel campo della grafica. Al fluire sciolto delle curve la Gasparrini affida la discorsività del racconto, ad un segno che quasi simula forme ed in cui l’artista traspone il carattere sognante delle sue illustrazioni.

Testo di Francesca Tuscano

 

Category:

WordPress Image Lightbox
it_ITIT